Il Blog Siav

Novità ed approfondimenti dal mondo digitale

 

Ricordate i tempi in cui il catalogo fashion era frutto di continui scambi di e-mail, telefonate e briefing informali? Quando l’ufficio marketing del brand replicava contatti con ogni singolo venditore, a suon di inefficienze e sprechi di tempo, pur di poter contare su un aggiornamento capillare e tempestivo delle informazioni nei propri punti vendita? Per non parlare degli ingenti costi sostenuti per l’impaginazione e la stampa dei cataloghi presso agenzie grafiche e tipografiche. Dimenticateli.

ePress, azienda del Gruppo Siav – Digital Tailors in Italia nella fornitura di software, soluzioni in cloud e servizi informatici per la dematerializzazione, la gestione documentale e il miglioramento dei processi digital - ha in tasca la soluzione che supera il passato…
…e rende autonoma la rete vendita della creazione di un catalogo fashion digitale personalizzato e aggiornato.

La soluzione è già stata adottata dai brand italiani top del fashion e si è rivelata preziosa soprattutto in un periodo.

catalogo-fashion-digitale-distribuzione-punti-vendita

Dai data source alla costruzione autonoma del catalogo fashion

CatFlow, questo il nome della Digital Experience Platform nata per supportare la creazione di un catalogo fashion digitale e la raccolta ordini per l’alta moda, nasce quindi dall’esigenza di oltrepassare i macchinosi processi del passato.
Ma in che modo? Il primo step è stato relativo all’analisi dei processi as is.

Il dipartimento sviluppo di ePress, ha dedicato tempo e attenzioni ad inquadrare le modalità analogiche di collaborazione tra i vari interlocutori che portano alla creazione di un catalogo di abbigliamento. Grazie a numerosi focus group con i Chief Marketing Officer di alcune tra le principali maison della moda Made in Italy, è stata progettata un’applicazione verticale di CatFlow, soluzione per la gestione di cataloghi digitali in cloud, dedicata al mondo del fashion.

Il focus group e le esigenze espresse dai CMO hanno permesso di individuare le tre dimensioni lungo le quali è avvenuta la progettazione, lo sviluppo e la messa in produzione di CatFlow per il fashion. Quali sono?

  • Dati aggiornati in tempo reale dagli operatori dell’area marketing.
  • Riduzione dei comunicazioni inefficienti e dispersive (e-mail, telefonate) tra marketing, sales e agenzia di grafica coinvolta nella creazione del catalogo.
  • Autonomia all’area sales nella creazione di cataloghi personalizzati tramite un sistema user friendly (in quanto figure tipicamente spovviste di hard skills tecniche ed informatiche). 

A queste esigenze si sono aggiunte le problematiche derivanti dall’emergenza sanitaria che hanno ridotto all’osso le opportunità di spostamenti degli agenti presso i retailer.

Come funziona la creazione di un catalogo fashion digitale?

Innanzitutto è prevista la creazione di data source necessari per l’impaginazione dei cataloghi. Tali data source, compilati dall’ufficio marketing del brand tramite un semplice file Excel, dialogano con CatFlow consentendo un aggiornamento istantaneo delle informazioni nel sistema. La controparte, ovvero gli utenti dell’area vendita (suddivisi in gruppi con visibilità circoscritte ai brand e ai settori di appartenenza), accedono a CatFlow. E alla sezione content editing costruiscono in pochi clic un catalogo fashion per i propri clienti, grazie a layout preconfigurati e alle informazioni condivise dal marketing.

 

catalogo-fashion-digitale-CatFlow

Come si crea un catalogo digitale per il fashion con CatFlow?

Nel dettaglio tecnico, il funzionamento di CatFlow si fonda su alcuni step fondamentali:

  • per ciascun brand o categoria merceologica, si procede con la creazione di template delle pagine che compongono i cataloghi suddivisi per 4 tipologie: cover, indice, sezione e prodotto;
  • ogni venditore che desidera creare un nuovo catalogo fashion sceglie innanzitutto il template di cover (tra quelli di cui ha visibilità stabilita in fase di configurazione del sistema) da inserire come copertina;
  • procede quindi con la personalizzazione grafica di ogni pagina, che può essere arricchita di contenuto testuale formattabile in modo estremamente intuitivo;
  • il contenuto delle pagine può essere preconfigurato come smart, rendendolo dinamico rispetto al catalogo in lavorazione.
(ad esempio l’indice: una volta inserito il template preferito, esso viene automaticamente popolato sulla base della struttura e del numero di pagine del catalogo).

 

catalogo-fashion-digitale-catflow-esempio

 

In questo quadro, la scelta dei prodotti da inserire nel catalogo fashion avviene in modo molto rapido nei template di tipo prodotto, tramite una serie di metadati preconfigurati e personalizzabili. La tecnica è quella, semplicissima, del drag&drop, cui segue un’impaginazione automatica di immagini e informazioni. Il processo si conclude quindi con la generazione di un link da condividere con i clienti per accedere al catalogo fashion in pdf.

Uno strumento che consente anche la raccolta degli ordini

La flessibilità e facilità d’uso di CatFlow ha ispirato ePress, a progetto avviato, ad implementare un’ulteriore attività, sulla base di un’altra sentita esigenza: la raccolta ordini dei clienti dalla piattaforma

Ogni catalogo pubblicato può essere assegnato dall’area sales a uno e più clienti che lo visualizzano nella Web App, cui accedono con le proprie credenziali. Direttamente in fase di consultazione del catalogo, in virtù della nuova funzionalità ciascun cliente può anche procedere alla compilazione dell’ordine, inserendo le quantità desiderate per ogni taglia disponibile. A compilazione conclusa, il cliente può scaricare il dettaglio dell’ordine in Excel, mentre l’area sales riceverà la rispettiva notifica, che potrà essere importata con facilità nel gestionale aziendale.

 

catalogo-fashion-digitale-processo

 

Con una sola piattaforma, dunque, il Gruppo Siav offre agli uffici marketing dell’alta moda quel che fino ad oggi ancora non esisteva: uno strumento semplice e user friendly capace di rendere completamente digitale ed efficiente il processo di creazione del catalogo fashion e di raccolta degli ordini dai retailer clienti. A questo punto il macchinoso passato, con le sue ridondanti interazioni uno-a-uno, può diventare solo un ricordo e lasciare spazio a processi digitali smart, efficienti e alla portata di tutti gli utenti.

Best-practice-catflow-per-il-fashion

Tags: Digital transformation, Digitalizzazione processi