Il Blog Siav

Novità ed approfondimenti dal mondo digitale

Il 2020 rimarrà nella memoria di tutti per l’emergenza Covid-19, ma per noi di Siav sarà ricordato anche come l’anno che ha visto la nascita ufficiale della nuova Business Unit Siav Healthcare. L’area è dedicata al mercato della Sanità e conta già tra i propri Clienti 35 strutture sanitarie pubbliche su 66 nel Nordovest, 23 su 39 in Lombardia, 12 su 34 nel Nordest.

Per conoscerla più da vicino, abbiamo fatto una chiacchierata con Antonio Palummieri, BU Manager Siav HealthCare, che guida un team trasversale dedicato al mercato della Sanità, un ambito molto specifico che vive di regole e modelli propri sia nel privato che nel pubblico.

Antonio Palummieri è entrato in Siav nel 2018, dopo un’esperienza professionale maturata per la maggior parte in ambito Pubblica Amministrazione e nello specifico Sanità.

È arrivato in Siav con un obiettivo preciso: costruire un’area con competenze verticali sul settore sanità, facendo maturare le esperienze già presenti in azienda e iniettando nuova linfa a questo progetto!

La prima domanda sorge spontanea: è stato complesso Antonio?

È stato un lavoro facilitato dalle ottime professionalità già presenti in azienda, il grande merito quindi va al team della divisione ed alla loro continua voglia di mettersi in gioco, di ricercare innovazione in ogni ambito, di imparare a crescere per e con i nostri clienti.

Sanità01-1

Quale obiettivo ha guidato e guida il tuo lavoro?

L’obiettivo è semplice ma allo stesso tempo complesso, cioè garantire la verticalizzazione di prodotti e soluzioni con competenze spinte di dominio. Solo così è possibile rispondere in modo compiuto alle esigenze dei clienti che sono alla continua ricerca di competenze tali da garantire loro il raggiungimento di obiettivi che spesso sono assegnati proprio ai dirigenti di area dalla loro direzione strategica.

La divisione Healthcare è “giovane” ma ha una storia alle spalle, che deriva dall’esperienza maturata da Siav nel mercato di riferimento.

La storia di Siav nell’ambito Sanità nasce con i primi clienti e l’esigenza di dotarsi di un protocollo informatico che garantisse la compliance normativa.

A seguire i primi passi evolutivi sono stati fatti verso la digitalizzazione degli atti come deliberazioni e determine, ma ben presto ci si è accorti che era necessaria maggiore consapevolezza di settore.

L’occasione giusta per intravedere l’opportunità di creare un’area verticale sanità, è arrivata nel 2016 con la partecipazione alla Gara Consip – SGI (Sistemi Gestionali integrati), che Siav si è aggiudicata nel 2017 in RTI, e che è stata operativa fino a novembre 2019.

L’opportunità offerta da Consip ha generato una serie di contratti pluriennali in ambito sanità che ci hanno permesso di ottenere un volano utile per intraprendere e stabilizzare un cambiamento organizzativo importante.

Il cambiamento è diventato operativo con l’inizio del 2020, in un periodo che rimarrà nella memoria di tutti per l’emergenza Covid-19 ma che per noi di Siav sarà ricordato per l’anno in cui, nonostante il Covid, la divisione Sanità ha realizzato come risultato 2020 vs 2019 un +32,5% di ricavi

Tra tutte le competenze che esprime la tua area, qual è la cifra distintiva che vi caratterizza?

Le competenze tecnologiche e di prodotto sono importantissime, ma ciò che ha reso possibile il salto di qualità è stato l’approccio consulenziale che i colleghi sono stati in grado di mettere in campo.

Le persone del team hanno voglia di imparare, questo è il valore che ha portato il nostro Product Specialist a confrontarsi con il cliente non solo sulle nostre tecnologie ma anche su aspetti normativi o su procedimenti tipici della sanità, trasferendo al cliente competenze e capacità di generare fiducia costante, quella fiducia che garantisce al cliente di trovare in noi una “comfort zone” duratura e solida.

È arrivato allora il momento di conoscere più da vicino il team! Come siete organizzati?

Il team è formato da figure commerciali, con competenze ed esperienza in ambito sanità, e si è man mano costruito nel corso di questi tre anni con nuovi inserimenti, l’ultimo dei quali a marzo di quest’anno.

Al fianco dei commerciali è presente una struttura di delivery capitanata da Marco Dario, figura chiave del successo dell’area, persona storica di Siav che ha permesso di coordinare i cambi di modello organizzativo con la sede centrale di Padova, un vero collante anche e soprattutto per tutte le persone che guida in questa nuova avventura!

Il delivery è composto da Product Specialist, da Project Manager e da un Help Desk di primo livello, tutti dedicati alla sanità, mi piacerebbe nominarli tutti ma comprendo che è complicato, sicuramente è un team di cui vado molto fiero!

Sanità02

Il team della Divisione Siav Healthcare!

Insomma, la struttura c’è ed è di alto livello per dare risposte ad un mercato complesso e in rapida evoluzione, composto da realtà eterogenee che devono sempre più confrontarsi con le sfide e le opportunità della digitalizzazione…

Sì, il nostro mercato è composto da clienti sia pubblici che privati, sia di grosse dimensioni che piccole realtà, poiché abbiamo soluzioni verticali che coprono esigenze cross market, un esempio tra tutti il consenso informato, che noi cittadini dobbiamo comprendere e firmare prima di una qualunque prestazione sanitaria, di un’operazione ma anche per un’analisi di laboratorio di routine.

Ma al di là di soluzioni, di tecnologia o di software, che in qualche modo do per scontati in una realtà come la nostra che vive di sistemi documentali da oltre 30 anni, se dovessi dire per cosa ci scelgono i nostri Clienti, direi per la competenza, perché li aiutiamo a ricercare il meglio dai propri processi e li accompagniamo in un percorso di digitalizzazione passo dopo passo per la reciproca crescita, li stimoliamo nel migliorarsi mettendo anche in discussione il proprio modo di lavorare.

Questo è il valore aggiunto che i nostri interlocutori, che sono i Direttori Generali, i Direttori Amministrativi o i Dirigenti di Area, ci riconoscono.

Abbiamo parlato del team, del mercato, adesso scendendo nel concreto delle soluzioni, quali sono i principali processi che gestiamo per i Clienti?

Sanità_digitale_soluzioni_Siav

Potrei fare semplicemente un elenco, ma non mi sembra esaustivo, alcuni elementi di punta sono sicuramente la Qualità, la gestione dei Contratti, il Consenso Informato, ma devo constatare che alcune mie convinzioni sono state indebolite da quanto mi ha raccontato il mercato.

Provo a spiegarmi: quando sono arrivato in Siav ero concentrato a mappare le esigenze di mercato, ed ecco la prima smentita! Ero convinto che il protocollo informatico fosse un verticale oramai ampiamente coperto presso i clienti dato l’obbligo dal 2004, invece lo stato di evidente obsolescenza tecnologica di alcune soluzioni presenti sul mercato, e la capacità del nostro team di semplificare l’interlocuzione sull’argomento, ci ha permesso di acquisire nuovi clienti proprio sul protocollo! Questo per dire che non abbiamo dato per scontato nulla, nuovi o vecchi processi sono stati attentamente ripercorsi e verificati, il tutto ha portato alle soluzioni verticali della BU Sanità, ed attenzione non ci fermiamo...

Quali sono quindi i piani per il futuro?

Beh il 2020 e questo 2021 ci stanno insegnando molte cose, molti clienti si sono resi conto che la digitalizzazione è un obbligo non normativo ma operativo, non bisogna aspettare una norma che mi dica cosa sia meglio fare per la mia organizzazione.

Ecco, è da questa consapevolezza che ci aspettiamo i più importanti stimoli, noi siamo solo pronti a coglierli e renderli concreti con le nostre capacità, le nostre soluzioni, con la nostra passione per questo lavoro che ci porta sempre ad imparare cose nuove.

Il Recovery Plan deve essere considerato il salvadanaio per poter mettere in atto quanto sopra, con maggiore velocità di quanto sarebbe possibile farlo se non ci fosse.

Gli argomenti su cui dovremo puntare, anzi mi correggo, sui quali stiamo puntando già da un po', sono teleassistenza, digitalizzazione dei processi aziendali, integrazione applicativa per permettere l’ottimizzazione del lavoro dei clienti, semplificazione della relazione tra paziente e struttura sanitaria, gestione del rischio clinico e non solo!


Da questa intervista a tutto tondo traspare l’entusiasmo con cui ogni giorno Antonio e il suo team riescono a portare avanti quest’avventura.

Non resta che fare a tutti loro un grande in bocca al lupo! E viste le premesse, non abbiamo dubbi che ben presto la divisione Healthcare ci riserverà sorprese ancora più importanti! Stay tuned!  

 

Tags: Sanità digitale, Gruppo Siav